La musica aiuta bambini con dislessia

Imparare a suonare uno strumento musicale può aiutare i bambini ad apprendere le lingue aumentando la sensibilità del cervello ai suoni tra parola.

Lezioni di musica potrebbe avere un impatto diretto sulla capacità di un bambino ad apprendere le lingue modificando la sensibilità della mente a tutti i suoni.

I test hanno rivelato che l’esposizione alla musica può essere utile per il cervello nelle sue fasi di sviluppo e avrebbe vantaggi per tutti i bambini, compresi quelli dislessici (disturbi dell’apprendimento) e autistici (diminuzione dell’integrazione sociale e della comunicazione).

I ricercatori della Northwestern University di Chicago, in America, hanno stabilito un legame tra l’abilità musicale e la capacità del sistema nervoso ad adottare modelli di suono.

Professor Nina Kraus, che ha guidato il team, ha detto che suonare uno strumento ha avuto un impatto sul trattamento automatico nel tronco encefalico, la parte inferiore del cervello che governa la respirazione, il battito cardiaco e di reazione ai suoni “giocare con la musica coinvolge la capacità di estrarre i modelli pertinenti, come il suono del proprio strumento, armonie e ritmi, dal ‘paesaggio sonoro. Suonare uno strumento può aiutare più precisamente a interpretare le sfumature del linguaggio che sono trasportati da sottili cambiamenti nella voce umana. La musica può aiutare i bambini a comunicare e interagire con coloro che li circondano, rilassarsi o per esprimere le emozioni”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: