DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO (DSA): A CHE PUNTO SIAMO?

I docenti, ancora privi di un percorso formativo specifico, sono alle prese con la stesura dei Piani Didattici Personalizzati

DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO – Non si tratta di disabilità, né di deficit intellettivi o di menomazioni; si tratta invece di disturbi, che con adeguate strategie possono essere compensati e, quindi, superati. Sono disturbi specifici, perché interessano significativamente un dominio di abilità, ma sono circoscritti, lasciando intatto il funzionamento intellettivo generale. Il criterio principale per stabilire la diagnosi di DSA è infatti quello della discrepanza tra le abilità in un dominio specifico e l’intelligenza in generale. Infine, si tratta di disturbi specifici di apprendimento, cioè delle abilità che consentono l’acquisizione di nuove conoscenze e la modifica di conoscenze già esistenti.

LE DIFFICOLTA’ CONCRETE NEI DSA – Nella dislessia risulta difficile leggere le consonanti, le vocali e le sillabe intere; nella disgrafia la scrittura non rispetta i margini, lascia spazi irregolari fra lettere e parole o non segue le righe; nella disortografia vi è difficoltà nel tradurre i suoni in simboli grafici, con omissioni, inversioni o sostituzioni di grafemi; nella discalculia, infine, emerge un’evidente problematicità nelle abilità numeriche ed aritmetiche. Si tratta quindi di disturbi che emergono con l’avvio dell’istruzione formale e che generalmente vengono diagnosticati in II ^ primaria. Riconoscere però precocemente i DSA è fondamentale per evitare che si prolunghi il tempo dell’incomprensione e della percezione di una limitata capacità. Perché ciò sia possibile, è necessaria una formazione specifica del personale coinvolto, che offra gli strumenti adeguati per cogliere i primi segnali ed effettuare precocemente gli opportuni interventi.

La L. n. 170/2010 riconosce i Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA) nelle varie forme in cui si manifestano, che possono costituire una limitazione importante nelle attività di vita quotidiana. Dopo anni di attesa, i  provvedimenti, attraverso il Decreto Attuativo della Legge 170/2010 e le relative Linee  Guida, sono destinati ad avere un forte impatto nel sistema scolastico italiano, poiché  hanno introdotto l’obbligo di adozione di misure di supporto in grado di favorire il successo scolastico. Il decreto attuativo stabilisce infatti gli interventi didattici personalizzati da adottare, le misure compensative e dispensative, nonché  la valutazione del profitto, da concentrarsi più sugli aspetti sostanziali che  formali. Anche le linee guida annesse a tale decreto forniscono suggerimenti molto utili sul piano didattico. Esse prevedono che il Piano Didattico Personalizzato vada definito entro e non oltre tre mesi dall’inizio dell’anno scolastico, per cui, proprio in questo periodo, il personale docente si sta cimentando nella compilazione di tale documento.

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. elena
    Nov 23, 2011 @ 17:34:52

    come mi devo comportare????? oggi mi ha chiamata a colloquio la coordinatrice di classe di mia figlia che frequenta la terza superiore di un ist professionale dopo aver inviato a scuola la richiesta del pdp.La prof mi presenta tre fogli: Sul primo foglio ( scheda programmazione didattica alunni con dsa) nome di mia figlia e classe poi 5 punti 1 strategie metodologiche didattiche,2 misure dispensative,3 strumenti compensativi,4 modalità di verifica, 5 criteri di valutazione.In ogni punto ha messo delle crocette a caso, ed ha firmato solo lei.Me lo ha consegnato chiedendomi di finire di mettere le crocette di darle consigli, e di riportarglielo.Ma vi sembra normale??????????????
    Mi piace · · 18 ore fa ·
    Manuela

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: